Un passo a lungo atteso nella giusta direzione

La compensazione dei rischi tra gli assicuratori malattia è un elemento centrale della concorrenza regolamentata nell’assicurazione sociale di base nonché un complemento irrinunciabile al premio unico solidale. Ora il Consiglio nazionale ha deciso di rendere la compensazione dei rischi più efficace e di inserirla in modo definitivo nella Legge sull’assicurazione malattie. curafutura saluta con favore questa decisione.

curafutura si impegna per una efficace compensazione dei rischi tra gli assicuratori malattia. L’odierna decisione del Consiglio nazionale di perfezionare la compensazione dei rischi con appropriati criteri di morbilità viene perciò salutata con favore dall’associazione e dai suoi membri. Con l’approvazione delle iniziative parlamentari 12.446 e 11.473 del presidente di curafutura Dr. med. Ignazio Cassis (PLR) e di Jacqueline Fehr (PS), la Camera bassa ha gettato le basi per il necessario miglioramento della compensazione dei rischi.


Per il Dr. med. Ignazio Cassis l’odierna decisione del Consiglio nazionale è un passo a lungo atteso nella giusta direzione: «Una compensazione dei rischi perfezionata migliorerà sensibilmente le condizioni per la concorrenza tra gli assicuratori malattia. Con l’inserimento di criteri aggiuntivi per la rappresentazione della morbilità, per gli assicuratori malattia migliorano le premesse per una gestione innovativa delle prestazioni e dei costi a vantaggio dei loro assicurati».


Il perfezionamento della compensazione dei rischi deciso dal Consiglio nazionale prevede in una prima fase di inserire come criterio di calcolo aggiuntivo i medicamenti acquistati dagli assicurati nell’anno precedente. A medio termine l’integrazione di cosiddetti gruppi di costo farmaceutici dovrebbe consentire di migliorare ulteriormente la compensazione dei rischi.


Per il direttore di curafutura Reto Dietschi è altresì chiaro che la compensazione dei rischi non deve essere una compensazione dei costi: «I pagamenti di compensazione tra gli assicuratori malattia devono intervenire laddove il prescritto premio unico impedisce una differenziazione dei premi di per sé necessaria. L’inserimento definitivo della compensazione dei rischi nella Legge sull’assicurazione malattie non è altro che un riconoscimento della solidarietà mantenendo allo stesso tempo i vantaggi di un sistema di assicurazione malattia con più offerenti».

Contatto per operatori dei media:

Consigliere nazionale Dr. med. Ignazio Cassis, Presidente
tel. mobile: 079 318 20 30, Mail: ignazio.cassis@parl.ch

Reto Dietschi, Direttore
numero diretto: 031 310 01 84, tel. mobile: 079 300 13 83, e-mail: reto.dietschi@curafutura.ch

stampare pdf
13.09.2019

twittercurafutura

Les réserves de l'assurance-maladie sont une bouée de sauvetage pour les assurés. Les assureurs-maladie ne gagnent… https://t.co/tLfdjT3Lmf

Un passo a lungo atteso nella giusta direzione

La compensazione dei rischi tra gli assicuratori malattia è un elemento centrale della concorrenza regolamentata nell’assicurazione sociale di base nonché un complemento irrinunciabile al premio unico solidale. Ora il Consiglio nazionale ha deciso di rendere la compensazione dei rischi più efficace e di inserirla in modo definitivo nella Legge sull’assicurazione malattie. curafutura saluta con favore questa decisione.

curafutura si impegna per una efficace compensazione dei rischi tra gli assicuratori malattia. L’odierna decisione del Consiglio nazionale di perfezionare la compensazione dei rischi con appropriati criteri di morbilità viene perciò salutata con favore dall’associazione e dai suoi membri. Con l’approvazione delle iniziative parlamentari 12.446 e 11.473 del presidente di curafutura Dr. med. Ignazio Cassis (PLR) e di Jacqueline Fehr (PS), la Camera bassa ha gettato le basi per il necessario miglioramento della compensazione dei rischi.


Per il Dr. med. Ignazio Cassis l’odierna decisione del Consiglio nazionale è un passo a lungo atteso nella giusta direzione: «Una compensazione dei rischi perfezionata migliorerà sensibilmente le condizioni per la concorrenza tra gli assicuratori malattia. Con l’inserimento di criteri aggiuntivi per la rappresentazione della morbilità, per gli assicuratori malattia migliorano le premesse per una gestione innovativa delle prestazioni e dei costi a vantaggio dei loro assicurati».


Il perfezionamento della compensazione dei rischi deciso dal Consiglio nazionale prevede in una prima fase di inserire come criterio di calcolo aggiuntivo i medicamenti acquistati dagli assicurati nell’anno precedente. A medio termine l’integrazione di cosiddetti gruppi di costo farmaceutici dovrebbe consentire di migliorare ulteriormente la compensazione dei rischi.


Per il direttore di curafutura Reto Dietschi è altresì chiaro che la compensazione dei rischi non deve essere una compensazione dei costi: «I pagamenti di compensazione tra gli assicuratori malattia devono intervenire laddove il prescritto premio unico impedisce una differenziazione dei premi di per sé necessaria. L’inserimento definitivo della compensazione dei rischi nella Legge sull’assicurazione malattie non è altro che un riconoscimento della solidarietà mantenendo allo stesso tempo i vantaggi di un sistema di assicurazione malattia con più offerenti».

Contatto per operatori dei media:

Consigliere nazionale Dr. med. Ignazio Cassis, Presidente
tel. mobile: 079 318 20 30, Mail: ignazio.cassis@parl.ch

Reto Dietschi, Direttore
numero diretto: 031 310 01 84, tel. mobile: 079 300 13 83, e-mail: reto.dietschi@curafutura.ch

stampare pdf