Una questione fondamentale di curafutura in dirittura d’arrivo

La Commissione della sicurezza sociale e della sanità (CSSS-S) segue la raccomandazione del Consiglio nazionale e decide di rendere più efficace la compensazione dei rischi tra gli assicuratori malattia e di inserirla in modo definitivo nella Legge sull’assicurazione malattie. curafutura è lieta di tale decisione poiché questo aspetto centrale per i nostri membri ha superato così un ulteriore importante ostacolo.

Per curafutura un’efficace compensazione dei rischi tra gli assicuratori malattia è di importanza fondamentale. L’associazione saluta quindi con favore il Sì della Commissione della sicurezza sociale e della sanità del Consiglio degli Stati (CSSS-S) riguardo alle iniziative parlamentari 12.446 (CN PLR Ignazio Cassis) e 11.473 (CN PS Jacqueline Fehr).

Il perfezionamento della compensazione dei rischi e il suo inserimento definitivo nella Legge sull’assicurazione malattie (LAMal) rappresentano un completamento necessario al premio unico prescritto per legge, fondato sul principio della solidarietà.  L’adeguamento deciso ora anche dalla CSSS-S attribuisce al Consiglio federale la competenza di stabilire indicatori appropriati per misurare il rischio di malattia in un colletivo al fine della compensazione dei rischi, come ad esempio la presa in considerazione dei gruppi di costo farmaceutici.

Il direttore di curafutura Reto Dietschi commenta: «Con l’introduzione di ulteriori, affidabili criteri, le condizioni quadro per la concorrenza tra gli assicuratori potranno essere poste su basi sane. Ciò a sua volta crea le premesse per una gestione innovativa delle prestazioni e dei costi a vantaggio degli assicurati». E aggiunge: «Il fatto che con il Sì della CSSS-S il perfezionamento della compensazione dei rischi giunga ora in dirittura d’arrivo dimostra che il nostro sistema sanitario è senz’altro riformabile laddove risulta utile e vantaggioso».

Contatto per operatori dei media:

Consigliere nazionale Dr. med. Ignazio Cassis, Presidente
tel. mobile: 079 318 20 30, e-mail: ignazio.cassis@parl.ch

Reto Dietschi, Direttore
numero diretto: 031 310 01 84, tel. mobile: 079 300 13 83,
e-mail: reto.dietschi@curafutura.ch

 

stampare pdf
10.12.2019

twittercurafutura

Warum der ambulante Arzttarif #TARDOC zwingend den veralteten Tarmed ablösen muss, erklären die Autoren von curafut… https://t.co/uIjBRsbMrv

Una questione fondamentale di curafutura in dirittura d’arrivo

La Commissione della sicurezza sociale e della sanità (CSSS-S) segue la raccomandazione del Consiglio nazionale e decide di rendere più efficace la compensazione dei rischi tra gli assicuratori malattia e di inserirla in modo definitivo nella Legge sull’assicurazione malattie. curafutura è lieta di tale decisione poiché questo aspetto centrale per i nostri membri ha superato così un ulteriore importante ostacolo.

Per curafutura un’efficace compensazione dei rischi tra gli assicuratori malattia è di importanza fondamentale. L’associazione saluta quindi con favore il Sì della Commissione della sicurezza sociale e della sanità del Consiglio degli Stati (CSSS-S) riguardo alle iniziative parlamentari 12.446 (CN PLR Ignazio Cassis) e 11.473 (CN PS Jacqueline Fehr).

Il perfezionamento della compensazione dei rischi e il suo inserimento definitivo nella Legge sull’assicurazione malattie (LAMal) rappresentano un completamento necessario al premio unico prescritto per legge, fondato sul principio della solidarietà.  L’adeguamento deciso ora anche dalla CSSS-S attribuisce al Consiglio federale la competenza di stabilire indicatori appropriati per misurare il rischio di malattia in un colletivo al fine della compensazione dei rischi, come ad esempio la presa in considerazione dei gruppi di costo farmaceutici.

Il direttore di curafutura Reto Dietschi commenta: «Con l’introduzione di ulteriori, affidabili criteri, le condizioni quadro per la concorrenza tra gli assicuratori potranno essere poste su basi sane. Ciò a sua volta crea le premesse per una gestione innovativa delle prestazioni e dei costi a vantaggio degli assicurati». E aggiunge: «Il fatto che con il Sì della CSSS-S il perfezionamento della compensazione dei rischi giunga ora in dirittura d’arrivo dimostra che il nostro sistema sanitario è senz’altro riformabile laddove risulta utile e vantaggioso».

Contatto per operatori dei media:

Consigliere nazionale Dr. med. Ignazio Cassis, Presidente
tel. mobile: 079 318 20 30, e-mail: ignazio.cassis@parl.ch

Reto Dietschi, Direttore
numero diretto: 031 310 01 84, tel. mobile: 079 300 13 83,
e-mail: reto.dietschi@curafutura.ch

 

stampare pdf