La nuova convenzione tariffale migliora ulteriormente la qualità nelle farmacie

Gli assicuratori malattia e le farmacie hanno trovato un accordo sul futuro della convenzione tariffale «Retribuzione basata sulle prestazioni» (RBP). È stata firmata una convenzione che prescrive ancora in modo vincolante la garanzia della qualità nelle farmacie e che crea la base per integrare le previste modifiche di legge in una futura struttura tariffale ampiamente riveduta. Come novità saranno svolti a partire dall’anno prossimo regolarmente dei test di qualità in tutte le farmacie svizzere.

L’associazione dei farmacisti pharmaSuisse è giunta a un accordo sulla nuova convenzione con le associazioni degli assicuratori malattia curafutura e santésuisse. Se sarà approvata dal Consiglio federale, la convenzione tariffale avrà validità a livello nazionale per tutti gli assicuratori e tutte le farmacie. Di conseguenza l’esame di qualità, a cui si dovevano sottoporre finora solo le farmacie che hanno aderito alla convenzione RBP, sarà ora svolto in tutte le farmacie svizzere. L’esame di qualità si basa su acquisti di prova standardizzati. Le farmacie che non soddisfano i requisiti qualitativi possono essere sanzionate da un tribunale arbitrale cantonale.

A parte alcuni adeguamenti e correzioni vengono essenzialmente portati avanti gli elementi collaudati della convenzione tariffale valida finora. Quest’ultima disciplina dal 2001 la retribuzione delle prestazioni dei farmacisti relative alla dispensazione dei medicamenti soggetti a ricetta medica che vengono pagati dalle assicurazioni malattia. Le farmaciste e i farmacisti sono retribuiti per la loro prestazione indipendentemente dal prezzo del medicamento.

I partner hanno presentato insieme la nuova convenzione RBP per l’esame presso l’Ufficio federale della sanità pubblica. Se sarà approvata dal Consiglio federale, entrerà in vigore dal 1° gennaio 2016 e sarà valida prevedibilmente fino al 1° gennaio 2019, ossia fino alla conclusione di una nuova convenzione ampiamente riveduta.

I partner tariffali prevedono la seguente tempistica: entro la fine del 2017 si pianifica di sviluppare un nuovo modello di retribuzione che delimita le prestazioni di vendita delle farmacie e le prestazioni orientate ai pazienti del personale specializzato. Le prestazioni specializzate vi devono essere integrate con posizioni tariffali chiaramente definite e comprensibili per il paziente. Dovrà essere esaminata una tariffa supplementare per le nuove prestazioni dei farmacisti – ad esempio le vaccinazioni – basata su nuove basi legali stabilite dal Parlamento con le revisioni della legge sulle professioni mediche, della legge sugli agenti terapeutici e della legge sull’assicurazione malattie. Lo scopo dei partner contrattuali e del Parlamento è di fare in modo che le farmacie siano meglio integrate nell’assistenza di base e di alleggerire il settore ambulatoriale locale. Prima di applicare la convenzione i partner devono aspettare l’entrata in vigore delle leggi revisionate e la disponibilità delle relative ordinanze.

Contatto per operatori dei media:


•    curafutura: Pius Zängerle, Direttore
     Telefono: 031 310 01 84, pius.zaengerle@curafutura.ch
•    pharmaSuisse: Stephanie Rohrer, responsabile comunicazione & marketing
     Telefono: 031 978 58 20, stephanie.rohrer@pharmaSuisse.org
•    santésuisse: Verena Nold, Direktorin,
      Telefon: 032 625 42 62, verena.nold@santesuisse.ch

stampare pdf
15.08.2019

twittercurafutura

curafutura s'engage.

#curafutura https://t.co/sHverNaK5E

La nuova convenzione tariffale migliora ulteriormente la qualità nelle farmacie

Gli assicuratori malattia e le farmacie hanno trovato un accordo sul futuro della convenzione tariffale «Retribuzione basata sulle prestazioni» (RBP). È stata firmata una convenzione che prescrive ancora in modo vincolante la garanzia della qualità nelle farmacie e che crea la base per integrare le previste modifiche di legge in una futura struttura tariffale ampiamente riveduta. Come novità saranno svolti a partire dall’anno prossimo regolarmente dei test di qualità in tutte le farmacie svizzere.

L’associazione dei farmacisti pharmaSuisse è giunta a un accordo sulla nuova convenzione con le associazioni degli assicuratori malattia curafutura e santésuisse. Se sarà approvata dal Consiglio federale, la convenzione tariffale avrà validità a livello nazionale per tutti gli assicuratori e tutte le farmacie. Di conseguenza l’esame di qualità, a cui si dovevano sottoporre finora solo le farmacie che hanno aderito alla convenzione RBP, sarà ora svolto in tutte le farmacie svizzere. L’esame di qualità si basa su acquisti di prova standardizzati. Le farmacie che non soddisfano i requisiti qualitativi possono essere sanzionate da un tribunale arbitrale cantonale.

A parte alcuni adeguamenti e correzioni vengono essenzialmente portati avanti gli elementi collaudati della convenzione tariffale valida finora. Quest’ultima disciplina dal 2001 la retribuzione delle prestazioni dei farmacisti relative alla dispensazione dei medicamenti soggetti a ricetta medica che vengono pagati dalle assicurazioni malattia. Le farmaciste e i farmacisti sono retribuiti per la loro prestazione indipendentemente dal prezzo del medicamento.

I partner hanno presentato insieme la nuova convenzione RBP per l’esame presso l’Ufficio federale della sanità pubblica. Se sarà approvata dal Consiglio federale, entrerà in vigore dal 1° gennaio 2016 e sarà valida prevedibilmente fino al 1° gennaio 2019, ossia fino alla conclusione di una nuova convenzione ampiamente riveduta.

I partner tariffali prevedono la seguente tempistica: entro la fine del 2017 si pianifica di sviluppare un nuovo modello di retribuzione che delimita le prestazioni di vendita delle farmacie e le prestazioni orientate ai pazienti del personale specializzato. Le prestazioni specializzate vi devono essere integrate con posizioni tariffali chiaramente definite e comprensibili per il paziente. Dovrà essere esaminata una tariffa supplementare per le nuove prestazioni dei farmacisti – ad esempio le vaccinazioni – basata su nuove basi legali stabilite dal Parlamento con le revisioni della legge sulle professioni mediche, della legge sugli agenti terapeutici e della legge sull’assicurazione malattie. Lo scopo dei partner contrattuali e del Parlamento è di fare in modo che le farmacie siano meglio integrate nell’assistenza di base e di alleggerire il settore ambulatoriale locale. Prima di applicare la convenzione i partner devono aspettare l’entrata in vigore delle leggi revisionate e la disponibilità delle relative ordinanze.

Contatto per operatori dei media:


•    curafutura: Pius Zängerle, Direttore
     Telefono: 031 310 01 84, pius.zaengerle@curafutura.ch
•    pharmaSuisse: Stephanie Rohrer, responsabile comunicazione & marketing
     Telefono: 031 978 58 20, stephanie.rohrer@pharmaSuisse.org
•    santésuisse: Verena Nold, Direktorin,
      Telefon: 032 625 42 62, verena.nold@santesuisse.ch

stampare pdf

Elenco dei mezzi e degli apparecchi (EMAp)