Tariffario per le prestazioni mediche ambulatoriali: cosa porta il TARDOC?

Berna/ , 24 Gennaio 2022

curafutura, la FMH e CTM (responsabile per AINF, AI, AM) hanno elaborato il tariffario TARDOC sulla base del partenariato tariffale. ll 12 luglio 2019 il tariffario è stato trasmesso al Consiglio federale per approvazione. Nel maggio 2020 Swica ha aderito al TARDOC e vi partecipa. In questo modo è stata raggiunta la maggioranza degli assicurati richiesta. Tra il 2020 e il 2021, curafutura e FMH hanno trasmesso tre complementi e attualizzazioni del tariffario. Nella versione 1.3 le principali raccomandazioni del rapporto dell’UFSP sono attuate. A queste si aggiungo diverse attualizzazioni, semplificazioni e miglioramenti. Rispetto al TARMED, il TARDOC contiene molte innovazioni e vantaggi importanti, che contribuiscono a migliorare significativamente l’appropriatezza del tariffario:

  • Integrazione della gamma di prestazioni mediche attualmente rilevanti
    Il TARDOC integra l’intera gamma di prestazioni mediche ambulatoriali (studi medici e ospedali). Questo aggiornamento include l’eliminazione di prestazioni inutili e l’inclusione di nuove prestazioni e possibilità offerte dal progresso tecnologico. Infine, riflette in modo più adeguato le prestazioni dei medici di famiglia.
  • Maggiore chiarezza e trasparenza
    Ristrutturazione del catalogo di prestazioni e riduzione del numero di posizioni da 4’500 a 2’630.
  • Aggiornamento dei parametri del modello tariffale
    Il calcolo dei punti tariffali si basa su una serie di parametri. Dove possibile, sono stati utilizzati dati aggiornati (p. es. statistiche disponibili sui salari, rilevazione dei costi). Laddove non erano disponibili dati più recenti, sono state formulate ipotesi basate sullo stato attuale delle conoscenze.
  • Attualizzazione delle regole di applicazione e di conteggio
    Il TARDOC comprende, a tutti i livelli della struttura tariffale, molte regole di applicazione e di conteggio. Queste regole assicurano un’applicazione uniforme, creano incentivi per una fornitura delle prestazioni efficiente e permettono di evitare conteggi abusivi.
  • Convenzione di base LAMal
    Il quadro contrattuale nell’ambito LAMal è stato ridefinito. Gli allegati contengono i dettagli relativi all’autorizzazione di fatturare da parte dei fornitori di prestazioni (valori intrinseci, unità funzionali). La convenzione è concepita in modo da consentire l’adesione di altri partner tariffali.
  • Organizzazione tariffale ats-tms AG dotata di segretariato
    ats-tms AG è operativa dal 2016 e ha contribuito in modo significativo allo sviluppo del TARDOC. Dispone delle risorse necessarie (personale, infrastruttura) per il funzionamento e lo sviluppo del TARDOC.
  • Processi di revisione concordati
    Per fare in modo che il TARDOC sia un sistema intelligente in continua evoluzione, i partner tariffali coinvolti hanno elaborato e concordato le regole e i processi necessari.
  • Digitalizzazione
    L’applicazione LegiData permetterà agli assicuratori di automatizzare il controllo delle fatture. Questo rafforza la qualità e l’economicità delle prestazioni.
  • Richiesta di approvazione e prossimi passi: la porta rimane aperta
    Nel suo rapporto di fine 2020, l’UFSP conclude che il TARDOC è materialmente approvabile dopo alcune modifiche. I partner del TARDOC hanno presentato gli adeguamenti realizzabili rapidamente a marzo 2021 e a dicembre 2021. La neutralità dei costi viene assicurata a livello concezionale e contrattuale nella fase iniziale (3 anni). L’obiettivo è di introdurre il TARDOC il 1° gennaio 2023. Le modifiche sono state attuate con un coinvolgimento regolare di santésuisse e H+. A fine 2021 non era ancora stata registrata nessun’ulteriore adesione al TARDOC.