Attualità

  • Tutto

  • In evidenza

    • News

    • Fatti

    • Focus

  • Comunicati

  • Consultazioni

  • Posizioni

Marco Romano, nuovo vicedirettore e responsabile Politica sanitaria di curafutura

Passaggio di testimone ai vertici di curafutura, l’associazione degli assicuratori-malattia: il ticinese Marco Romano, 41 anni, assumerà la carica di vicedirettore e responsabile Politica sanitaria, subentrando a Sandra Laubscher che dal 1° giugno 2024 assumerà la direzione dell’associazione Medicina Universitaria Svizzera (unimedsuisse). Laureato in scienze politiche e sociali, Marco Romano è stato consigliere nazionale dal […]

Leggi di più

curafutura è favorevole alla concorrenza tra assicuratori e quindi anche alla pubblicità 

Il 95% dei premi per l’assicurazione obbligatoria delle cure medico-sanitarie (AOMS) è usato per pagare le fatture dei medici, i medicamenti, le cure ospedaliere e le analisi di laboratorio. Il restante 5% copre i costi amministrativi. Solo lo 0,3% viene speso in pubblicità. Davanti a queste cifre si ha l’impressione che l’iniziativa parlamentare volta ad […]

Leggi di più

Salute: nel 2023 i costi a carico dell’assicurazione obbligatoria sono aumentati del 4,6 %

I costi a carico dell’assicurazione obbligatoria (AOMS) sono aumentati in misura consistente anche nel 2023. I costi lordi per assicurato si sono attestati a 4513 franchi, facendo segnare un aumento del 4,6 % rispetto al 2022. A registrare la progressione maggiore sono state la fisioterapia (7 %), le cure a domicilio (Spitex, 6,1 %) e le cure ospedaliere stazionarie (5,3 %). Un’evoluzione allarmante che sottolinea più che mai la necessità di avviare riforme importanti, tra cui il finanziamento uniforme EFAS, la sostituzione del TARMED con il nuovo tariffario TARDOC e l’adeguamento delle regole per la definizione dei prezzi dei medicamenti.

Leggi di più

Reti di cure coordinate: no a un eccesso di regolamentazione in un settore che funziona in modo esemplare

curafutura deplora la decisione della Commissione della sicurezza sociale e della sanità del Consiglio degli Stati (CSSS-S) di reinserire le reti di cure coordinate nel secondo pacchetto di misure di contenimento dei costi. Negli ultimi anni, in Svizzera, le reti di cure coordinate hanno fatto segnare uno sviluppo molto dinamico e un numero crescente di […]

Leggi di più

Convenzione sulla qualità: ospedali, cliniche e assicuratori malattie assieme migliorano la qualità nel sistema sanitario

H+, santésuisse e curafutura hanno inoltrato congiuntamente al Consiglio federale la convenzione rielaborata sulla qualità per ospedali e cliniche. La prima convenzione di questo genere dovrebbe ora ottenere l’approvazione del Consiglio federale. Si tratta di un passo importante per lo sviluppo della qualità e la sicurezza dei pazienti in ospedali e cliniche ed è una […]

Leggi di più

Stop all’ampliamento dell’elenco di prestazioni nell’assicurazione di base

Due atti parlamentari chiedono di integrare nuove prestazioni nell’elenco di quelle rimborsate dall’assicurazione obbligatoria delle cure medico-sanitarie (AOMS). curafutura nutre forti riserve al riguardo. L’elenco è già molto ampio e l’obiettivo dovrebbe essere quello di snellirlo anziché allungarlo, visto che ogni aggiunta si ripercuote in definitiva sui premi a carico degli assicurati. L’ampliamento dell’elenco delle […]

Leggi di più

Il Parlamento adotta EFAS, una pietra miliare per la politica sanitaria 

Dopo ben 14 anni, il finanziamento uniforme delle prestazioni ambulatoriali e stazionarie EFAS ha superato l’ultimo scoglio in Parlamento. La coalizione formata da 22 attori della sanità è soddisfatta dell’adozione di questa riforma fondamentale per il sistema sanitario svizzero. Il settore dovrà ora prepararsi in vista della sua attuazione in modo che, quando entrerà in […]

Leggi di più

Adeguamento dei margini di distribuzione: il Consiglio federale dà il via libera e promuove l’utilizzo dei generici, a tutto vantaggio dei pazienti e degli assicurati

Il Consiglio federale ha accettato l’adeguamento dei margini di distribuzione dei medicamenti, aprendo la strada a un maggiore utilizzo dei generici. L’adeguamento indurrà un risparmio immediato di 60 milioni di franchi e a lungo termine permetterà un’ulteriore riduzione dei costi per diverse centinaia di milioni di franchi. Si tratta di un significativo miglioramento del sistema, […]

Leggi di più

Finanziamento uniforme EFAS: approvare una riforma importante con punti cardine chiari

Un’ampia alleanza formata da 22 attori del settore della sanità invita il Parlamento a mantenere snello il progetto di finanziamento uniforme delle prestazioni ambulatoriali e stazionarie (EFAS) e a portarlo finalmente a compimento. Servono vincoli chiari per l’integrazione delle cure di lunga durata ma bisogna evitare di sovraccaricare la riforma. EFAS uniforma il finanziamento delle […]

Leggi di più

Fisioterapia: l’intervento tariffale del Consiglio federale costringe gli attori al tavolo delle trattative e permette di combattere l’«ottimizzazione» delle fatture

curafutura chiede ai partner tariffali di avviare quanto prima i negoziati in base a condizioni chiaramente definite. Obiettivo finale: la revisione totale del tariffario. Nel settore della fisioterapia si osserva un forte aumento dei costi a carico dell’assicurazione di base obbligatoria: negli ultimi dieci anni sono più che raddoppiati, passando da 600 milioni a 1,3 […]

Leggi di più

curafutura prende atto della decisione di KPT di lasciare l’associazione e ribadisce di volersi impegnare risolutamente insieme ai suoi membri per migliorare il sistema sanitario

KPT ha comunicato a curafutura di volersi ritirare dall’associazione entro la fine del 2024. Pur rammaricandosi di questa decisione, curafutura ribadisce di voler portare avanti, insieme ai suoi membri, riforme essenziali per migliorare il sistema sanitario svizzero. Tre importanti progetti di curafutura sono in dirittura di arrivo: il finanziamento uniforme EFAS, la revisione del tariffario […]

Leggi di più

Netto aumento dei premi per il 2024: il rinvio di progetti di riforma come la revisione dei margini di distribuzione va a scapito degli assicurati

È urgente una discussione sul catalogo delle prestazioni Nel 2024 il premio medio subirà un’impennata: gli assicurati pagheranno mediamente il 8.7 per cento in più. Un aumento chiaramente prevedibile, visto che nel secondo trimestre dell’anno si è registrata una crescita marcata in quasi tutti i gruppi di costo. Purtroppo, il Dipartimento federale dell’interno (DFI) non […]

Leggi di più

Barometro svizzero dei biosimilari: modesto aumento della prescrizione di biosimilari nonostante la conferma di intercambiabilità da parte di Swissmedic

Mancati risparmi per circa 100 milioni di franchi all’anno L’impiego di biosimilari resta contenuto e il numero di prescrizioni aumenta troppo lentamente. Questo non può essere spiegato da motivi medici, soprattutto nel caso di terapie iniziali, visto che Swissmedic ha confermato l’intercambiabilità dei biosimilari con i preparati originali corrispondenti. A causa dell’utilizzo tuttora contenuto dei […]

Leggi di più

Il Consiglio federale sceglie di rinunciare a un importante pacchetto di contenimento dei costi per i margini di distribuzione

Ad alcuni giorni dall’annuncio dell’ennesimo aumento dei premi dell’assicurazione malattie, il Consiglio federale ha deciso di rinviare le misure di contenimento dei costi riguardanti i medicamenti. La revisione delle disposizioni sui margini di distribuzione comporterebbe un risparmio immediato di 60 milioni di franchi oltre a quelli garantiti dalle misure decise ora dal Consiglio federale. Per […]

Leggi di più

Nuova versione dell’Accordo settoriale sugli intermediari nell’assicurazione malattia

L’Accordo 2.0 è stato adeguato ai nuovi requisiti di legge e spiana la via al conferimento dell’obbligatorietà generale Le associazioni curafutura e santésuisse hanno adattato l’Accordo settoriale sugli intermediari sulla scorta della recente revisione di legge in modo da continuare ad assicurare l’elevata qualità nella consulenza fornita dagli intermediari e preservare l’attività di consulenza richiesta […]

Leggi di più

EFAS, ampio sostegno a favore di un appianamento delle divergenze e di una realizzazione in tempi brevi

Il finanziamento uniforme delle cure ambulatoriali e stazionarie (EFAS), in discussione in Parlamento da 14 anni, è una delle più vaste e importanti riforme del sistema sanitario mai realizzate da quando è in vigore la LAMal. Nella sessione autunnale 2023 tornerà sui banchi del Consiglio nazionale nell’ambito della procedura di appianamento delle divergenze. L’introduzione di […]

Leggi di più

curafutura invita la politica ad assumersi le proprie responsabilità e ad attuare tre riforme prioritarie per aumentare l’efficienza e contenere i costi

In occasione dell’incontro annuale con i media in programma oggi, il presidente di curafutura Konrad Graber ha dichiarato che il tempo della diagnosi è finito e che è giunto il momento di iniziare la terapia. La cura è nota e prevede tre rimedi: finanziamento uniforme delle prestazioni ambulatoriali e stazionarie (EFAS), revisione del tariffario delle prestazioni mediche, maggiore utilizzo dei generici. curafutura invita la politica ad assumersi le proprie responsabilità e ad attuare rapidamente queste tre riforme che, insieme, offrono un potenziale di risparmio di diversi miliardi di franchi. A lungo termine, si impone inoltre un dibattito sul catalogo delle prestazioni rimborsate dall’assicurazione di base, che dall’entrata in vigore della LAMal è stato costantemente ampliato contribuendo in misura importante all’aumento dei costi.

Leggi di più

Costi della salute: aumento superiore alla media per importanti gruppi di costo

L’evoluzione dei costi della salute sta andando nella direzione sbagliata: anche nel secondo trimestre dell’anno si è registrato un netto aumento dei costi, con qualche eccezione. Si preannuncia un autunno caldo sul fronte dei premi. Tra luglio 2022 e giugno 2023, ogni persona assicurata in Svizzera ha speso mediamente 4447 franchi per prestazioni sanitarie rimborsate […]

Leggi di più

Risparmiati 150 milioni di franchi grazie al riesame triennale dei medicamenti

curafutura chiede un riesame annuale dei medicamenti che generano un fatturato dai 10 milioni di franchi in su. Secondo i calcoli di curafutura, il riesame triennale dei medicamenti della tranche 2023 dovrebbe con- sentire una riduzione dei costi di circa 150 milioni di franchi. Visto però che il potenziale di risparmio non è ancora esaurito, […]

Leggi di più

Costi della salute: il TARDOC porterà risparmi per 600 milioni di franchi entro tre anni

Il sistema di neutralità dei costi messo a punto per il nuovo tariffario TARDOC garantisce un aumento inferiore alla media dei costi sanitari e riduce in modo duraturo il carico finanziario degli assicurati. curafutura ha valutato nuovamente l’impatto del nuovo tariffario TARDOC sull’evoluzione dei costi della sanità. Con l’introduzione di un tetto dei costi vincolante, […]

Leggi di più

10 anni di curafutura, bilancio e sguardo al futuro

Nell’aprile del 2013, CSS, Helsana, Sanitas e KPT decidevano di far fronte comune dando via a una nuova associazione mantello, curafutura. Sono passati 10 anni da allora. curafutura segna questo importante traguardo con il passaggio di consegne tra il presidente uscente Josef Dittli, Consigliere agli Stati urano, e il nuovo presidente Konrad Graber. Per molti […]

Leggi di più

Konrad Graber nuovo presidente di curafutura

Il Comitato direttivo di curafutura ha nominato l’ex consigliere agli Stati Konrad Graber (Alleanza del Centro, LU) nuovo presidente dell’associazione. Konrad Graber entrerà in carica il 1° giugno 2023 subentrando a Josef Dittli, consigliere agli Stati PLR. Il Comitato direttivo è lieto di poter contare su una personalità di spessore che vanta grande esperienza e […]

Leggi di più

La CSSS-N si dimostra prudente nelle decisioni sul secondo pacchetto di misure e sul finanziamento uniforme

Il sistema sanitario non dev’essere completato da un nuovo tipo di reti di cure integrate: occorre piuttosto rivalutare i modelli assicurativi alternativi che già esistono e che danno buone prove. curafutura approva la linea prudente adottata dalla Commissione della sicurezza sociale e della sanità del Consiglio nazionale (CSSS-N) che sembra consapevole della portata delle decisioni […]

Leggi di più

Barometro svizzero dei biosimilari: prima indagine sulle abitudini di prescrizione, i reumatologi danno l’esempio

I reumatologi prescrivono i biosimilari con maggiore frequenza dei gastroenterologi e dei dermatologi. È quanto emerge da un’indagine sulle prassi di prescrizione dell’adalimumab ai pazienti naive commissionata da biosimilar.ch all’Ofac. Le ragioni di queste differenze, in taluni casi marcate, sono difficili da determinare. Soprattutto nel caso di terapie iniziali, le motivazioni mediche non possono spiegare […]

Leggi di più

Riserve/freno ai costi: il Consiglio degli Stati vuole la sostituzione del TARMED

Il Consiglio degli Stati dice no a un intervento diretto del Consiglio federale sull’ormai obsoleto tariffario medico ambulatoriale TARMED. Si tratta di un segnale positivo per il futuro delle nuove strutture tariffali ambulatoriali, in particolare per il TARDOC. Al tempo stesso la Camera alta estende però il margine di manovra della Confederazione e dei Cantoni […]

Leggi di più

Trasmessa all’organizzazione per le tariffe mediche ambulatoriali (OAAT) la versione finale del TARDOC

Tutti gli adeguamenti chiesti dal Consiglio federale sono stati integrati.  La FMH e curafutura hanno trasmesso all’organizzazione per le tariffe mediche ambulatoriali (OAAT) la versione finale del nuovo tariffario TARDOC. La nuova versione (V1.3.1) integra tutti gli adeguamenti chiesti dal Consiglio federale che riguardano la neutralità dei costi e i piani per l’ulteriore sviluppo di […]

Leggi di più

Uso off-label dei medicamenti: coordinamento crescente tra gli assicuratori malattie

A un anno dalla creazione della piattaforma OLU sono disponibili 127 valutazioni. Sono sempre più numerosi gli assicuratori che coordinano le loro decisioni in merito all’uso off-label di medicamenti grazie a una piattaforma sulla quale vengono pubblicate le valutazioni di studi clinici. A un anno dal lancio della piattaforma, curafutura traccia un bilancio positivo. Ai […]

Leggi di più

La politica è contraria a nuovi interventi nel tariffario TARMED

Anche la Commissione della sicurezza sociale e della sanità del Consiglio degli Stati (CSSS-S) ritiene che il tariffario medico TARMED abbia fatto il suo tempo. Una posizione che curafutura considera un attestato di fiducia nei confronti del nuovo tariffario oltre che un’esortazione a non investire in uno strumento del tutto obsoleto. Del resto, la tabella […]

Leggi di più

Finanziamento uniforme EFAS: la Camera alta procede finalmente nella giusta direzione

Il Consiglio degli Stati preme sull’acceleratore e fa avanzare il progetto per il finanziamento uniforme delle prestazioni ambulatoriali e stazionarie. Questo significa che la procedura di appianamento delle divergenze può iniziare. Si spera che il progetto arriverà presto in dirittura di arrivo. Se verrà approvato, l’intero sistema sanitario svizzero raggiungerà un traguardo importante e particolarmente positivo […]

Leggi di più

Nuovi medicamenti dal prezzo elevato spingono l’aumento della spesa: solo 20 medicamenti rappresentano un quinto dei costi

I modelli di prezzo non frenano l’aumento dei costi, al contrario Sette dei 20 medicamenti che rappresentano la spesa maggiore in Svizzera si basano su un modello di prezzo non trasparente. Ciò significa che conosciamo solo il prezzo “di vetrina”. E questo in un settore che sta facendo lievitare i costi a causa dell’aumento dei […]

Leggi di più

Secondo pacchetto di misure: la Commissione della sanità del Consiglio nazionale è scettica e invita l’Amministrazione a riconsiderare il proprio approccio

La Commissione della sanità del Consiglio nazionale non è convinta del secondo pacchetto di misure per il contenimento dei costi. curafutura comprende questa prudenza e questo scetticismo, poiché le misure proposte dal Consiglio federale non raggiungono l’obiettivo dichiarato di contenimento dei costi e aumenterebbero ulteriormente la regolamentazione già oggi troppo complessa. La Commissione della sanità […]

Leggi di più

Sì a EFAS, ma senza doppioni e burocrazia inutile

La Commissione della sanità del Consiglio degli Stati (CSSS-S) ha dato il suo accordo di principio a EFAS, un segnale positivo e importante. Nel contempo, però, la commissione introduce inutili doppioni. I Cantoni avrebbero accesso ai dati di fatturazione degli assicuratori, ciò che è in contrapposizione fondamentale con l’idea di EFAS. Un altro punto discutibile […]

Leggi di più

Risparmi per 1,7 miliardi di franchi grazie al controllo delle fatture: un contributo significativo al contenimento dei costi

Il finanziamento uniforme delle prestazioni ambulatoriali e stazionarie (EFAS) riuscirà a superare lo scoglio del Consiglio degli Stati? Uno dei principali nodi da sciogliere riguarda il controllo delle fatture, un’attività fondamentale degli assicuratori che ogni anno permette ai quattro membri di curafutura di far risparmiare 1,7 miliardi di franchiall’assicurazione malattia. Il volume delle prestazioni ambulatoriali […]

Leggi di più

Consultazione sui medicamenti: un progetto che va nella giusta direzione

Gli svizzeri spendono troppo per i medicamenti e il mercato è in crescita. Attualmente i costi aumentano del 10%. La consultazione relativa ai medicamenti arriva al momento giusto. curafutura sostiene i principi di massima degli adeguamenti proposti dal Dipartimento federale dell’interno (DFI) sul contenimento dei costi, con un’eccezione: le disposizioni sui margini previste nella variante […]

Leggi di più

Aumento dei premi del 6,6%: i pacchetti di misure producono effetti troppo poco incisivi, mentre delle vere riforme permetterebbero di contenere i costi

Martedì il Consiglio federale ha annunciato i premi dell’assicurazione malattia per il 2023 che aumenteranno in media del 6,6%. L’aumento dei premi riflette l’aumento dei costi sanitari, da imputare, tra l’altro, al recupero di interventi rinviati durante il periodo pandemico. Tuttavia, si sarebbero potuti compiere passi avanti almeno per quanto riguarda le riforme più importanti […]

Leggi di più

Il Consiglio degli Stati vuole disciplinare l’attività degli intermediari esterni alla stregua dei collaboratori degli assicuratori malattia con il rischio di creare un precedente pericoloso

Il Consiglio degli Stati intende sottoporre i collaboratori e le collaboratrici degli assicuratori malattia e gli intermediari esterni alle stesse regole, e questo anche se la loro situazione è molto diversa. Così facendo, si scosta dall’obiettivo della legge sul disciplinamento dell’attività degli intermediari assicurativi di conferire carattere obbligatorio ad alcuni punti disciplinati nell’accordo settoriale, obiettivo […]

Leggi di più

Impegno congiunto per un’offerta di vaccinazione semplice e senza ricetta

Passata la pandemia, la domanda di vaccinazioni in farmacia resta alta. I membri di curafutura, SWICA e la cooperativa di acquisti HSK hanno concordato con pharmaSuisse la nuova prestazione «Vaccinazione in farmacia». In futuro sarà possibile farsi rimborsare dall’assicurazione di base la vaccinazione in farmacia senza ricetta medica. I partner tariffali hanno sottoposto le relative […]

Leggi di più

La Commissione della sicurezza sociale e della sanità del Consiglio degli Stati dà un chiaro segnale in direzione di un freno ai costi e di misure di gestione dei costi. Per curafutura si tratta di una scelta criticabile che creerà molti nuovi problemi.

La Commissione della sicurezza sociale e della sanità del Consiglio degli Stati (CSSS-S) si è espressa chiaramente a favore di misure in direzione di un freno ai costi e di misure di gestione dei costi. Secondo curafutura si tratta di una scelta che non permette di centrare l’obiettivo. In ogni caso, è fondamentale che il […]

Leggi di più

Riserve: non è necessario un tetto massimo

Il Consiglio nazionale cede alla tentazione della sovraregolamentazione? curafutura deplora la decisione del Consiglio nazionale di modificare di nuovo la regolamentazione sulle riserve nell’assicurazione malattia e di introdurre un tetto massimo vincolante del 150 per cento per il coefficiente di solvibilità. La riduzione delle riserve è già stata facilitata nel 2021 e la riforma si […]

Leggi di più

Tariffario medico: la mancata approvazione del TARDOC è una decisione incomprensibile che indebolisce a lungo termine il partenariato tariffale a scapito dei pazienti e degli assicurati

Il partenariato tariffale risulta fortemente indebolito. La fiducia nel Consiglio federale è compromessa e i ritardi si protrarranno ancora per anni. La mancata approvazione del nuovo tariffario medico TARDOC da parte del Consiglio federale va a scapito dei pazienti, degli assicurati e dei medici. I partner tariffali curafutura e FMH deplorano questa decisione incomprensibile, in […]

Leggi di più